•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Io penso che scandalizzare sia un diritto, essere scandalizzati un piacere e chi rifiuta il piacere di essere scandalizzato è un moralista”
Pier Paolo Pasolini nella sua ultima intervista, realizzata da Philippe Bouvard, 31 ottobre 1975

Quanto scandalo, quanta uniformità ci sia oggi in giro, Pasolini non poteva immaginarlo. È la “dittatura del relativismo” (felice conio di Benedetto XVI) che si scandalizza di ogni giudizio d’esistenza, di ogni giudizio di valore, di ogni giudizio di discriminazione cioè di pensiero.

Commenti